Foligno

Eclisse di Luna

stack37 94luna

Eclisse totale di Luna del 21 gennaio 2019

Alle prime ore del 21 gennaio ci sara' una eclisse totale di Luna visibile dall'Italia: ecco le ore dei fenomeni chiave.
Ore 3.36: primo contatto penombra
Ore 4.34: primo contatto ombra
Ore 5.41: inizio fase totale
Ore 6.13: fase massima dell'eclissi
Ore 6.44: fine fase totale
Ore 7.52: ultimo contatto ombra
Ore 8.50: ultimo contatto penombra

L'inizio dell'eclisse sara' ben visibile, mentre le fasi finali saranno con la Luna vicina al tramonto: alle 6:44 (fine totalita') la Luna sara' appena 8 gradi sull'orizzonte.

La figura in fondo mostra la situazione del cielo a fine eclisse, con la Luna ad Ovest e Venere e Giove a Sud-Est.

Qualche suggerimento per chi vuole provare a fotografare le varie fasi dell'eclisse.

Le luminosita' della parte di Luna gia' in ombra e di quella ancora in penombra sono molto diverse, per cui in una stessa foto è praticamente impossibile riprenderle, almeno in modalita' JPG, forse ci si puo' riuscire in formato RAW.

Se si vogliono vedere nella foto almeno i crateri piu' grandi si deve usare un teleobiettivo, da 135mm in su: con queste focali la posa massima per non avere la Luna mossa è di qualche secondo.
La macchina deve essere messa su cavalletto e operata in modalita' completamente manuale, sia per la messa a fuoco che per gli altri parametri (sensibilita' ISO, diaframma, tempo di posa). La messa a fuoco e' la cosa piu' critica, se e' scomodo farla sulla Luna si puo' fare su un lampione molto lontano (1 km o piu') e non toccarla piu'.
Se la macchina consente di salvare le foto in formato non compresso (RAW, CR2 per la Canon, NEF per la Nikon) conviene senz'altro usarlo per avere una maggiore dinamica di segnale: è sempre possibile poi ridurre le foto in formato compresso JPG, mentre ovviamente non si puo' fare il viceversa.

Dalla esperienza dell'eclisse dello scorso 27 luglio si ricavano questi parametri:
Luna in fase di totalita': 3s, F/5.6, 400 ISO
falce di Luna fuori ombra: 1/60s, F/5.6, 400 ISO

I valori di tempo, diaframma e sensibilita' indicati vanno considerati solo come indicativi, in quanto la luminosita' della Luna dipende dalla trasparenza dell'atmosfera terrestre: bisogna fare un po' di prove con diversi valori e trovare quelli che danno il risultato migliore. Comunque meglio sottoesposto che sovraesposto, perche' se la foto e' sovraesposta i dettagli nella zona satura non si possono recuperare piu', mentre un moderato sottoesposto si puo' migliorare col fotoritocco.

Raddoppiare il tempo di posa (esempio, da 1/60 a 1/30) fa un effetto analogo ad aprire di uno step il diaframma (da f/5.6 a f/4).
Raddoppiare gli ISO fa un effetto analogo, ma il rumore e' maggiore perche' in realta'non stiamo prendendo piu' luce ma solo cambiando il fattore di conversione da fotoni raccolti a conteggi registrati.

Il Consiglio Direttivo invitia tutti i Soci a provare a riprendere le fasi dell'eclisse. Organizzeremo poi una apposita riunione per confrontare i risultati e imparare a vicenda dall'esperienza degli altri.

Non resta che augurare cieli sereni a tutti.

Il Consiglio Direttivo

cielo a fine eclisse

Questo sito usa i cookie per gestire autenticazione, navigazione ed altre funzioni. Utilizzando il sito si accetta che questi tipi di cookie vengano posti sul proprio dispositivo.

Mostra l'informativa sulla privacy

I cookie sono stati rifiutati. Questa scelta può essere cambiata in un secondo momento.

Si è acconsentito a porre i cookie sul proprio dispositivo. Questa scelta può essere cambiata in un secondo momento.